Agevolazioni fiscali per le persone fisiche

Tutte le donazioni a favore della Pubblica Assistenza Croce del Navile Odv sono fiscalmente deducibili o detraibili secondo i limiti indicati dalla legge purché siano effettuate attraverso bonifici bancari, versamenti in conto corrente postale, assegni circolari o bancari. Ci sono due possibilità alternative fra loro:

1. LE EROGAZIONI LIBERALI (in denaro o in natura) a favore degli ETS non commerciali, di cui al co. 5, art. 79 del D.Lgs. n. 117/2017 effettuate da PERSONE FISICHE ai sensi del co. 1, art. 83 dello stesso Decreto, danno luogo ad una detrazione dall'IRPEF nella misura del 30%, per un importo complessivo in ciascun periodo d'imposta non superiore a 30.000 euro. La detrazione è elevata al 35% se l’erogazione è fatta ad una ODV (come per la Pubblica Assistenza Croce del Navile Odv).

2. In alternativa, ai sensi del co. 2, art. 83, le persone fisiche potranno dedurre dal reddito complessivo netto le liberalità in denaro o natura nel limite del 10% del reddito complessivo dichiarato senza alcun tetto massimo (entrambi i regimi di detrazione/deduzione non sono cumulabili né tra loro, né con altre analoghe agevolazioni fiscali previste a fronte delle medesime erogazioni liberali).

Ti ricordiamo che:

  • è preferibile rivolgersi al proprio consulente di fiducia per scegliere la formula più adatta alle proprie esigenze.
  • è opportuno conservare la ricevuta, postale o bancaria, della tua donazione. Per le donazioni tramite domiciliazione bancaria o postale, carta di credito, bonifico e assegno l'estratto conto ha valore di ricevuta.

 

Agevolazioni fiscali per aziende e enti

Ai sensi del co. 2, art. 83 del D.Lgs. n. 117/2017, gli ENTI E SOCIETA' potranno dedurre dal reddito complessivo netto, le liberalità in denaro o natura nel limite del 10% del reddito complessivo dichiarato senza alcun tetto massimo. Anche in questa ipotesi il regime descritto non è cumulabile con altre analoghe agevolazioni fiscali, previste a fronte delle medesime erogazioni liberali. I suddetti versamenti - per essere deducibili/detraibili - non dovranno mai essere eseguiti in contanti ma tramite banche o uffici postali nonché altri sistemi che ne garantiscano la tracciabilità (previsti dall’art. 23 del D.Lgs. n. 241/1997 - Ad esempio: carte di credito, carte di debito, prepagate, assegni bancari e circolari). Con apposito decreto del Ministro del lavoro e delle politiche sociali, di concerto con il Ministro dell'economia e delle finanze, sono individuate le tipologie dei beni in natura che daranno diritto alla detrazione o alla deduzione d'imposta e saranno stabiliti i criteri e le modalità di valorizzazione delle liberalità di cui ai commi 1 e 2 dell'art. 83 del D.Lgs. n. 117/2017.

Per godere delle agevolazioni, conserva con cura e allega alla documentazione per la dichiarazione dei redditi:

  • La ricevuta di versamento, se hai donato con bollettino postale
  • L’estratto conto della carta di credito, se hai donato con carta di credito
  • L’estratto conto del conto corrente bancario o postale, in caso di bonifico o RID
  • IMPORTANTE
    • Le donazioni in contante non rientrano in alcuna agevolazione.
    • Le agevolazioni fiscali non sono cumulabili tra loro. 

 

CODICI IBAN DA UTILIZZARE

IBAN:  IT80  C 08883 02409 036000360911 - Banca di Bologna Spa 

Per ulteriori informazioni sulla deducibilità fiscale, chiedi al tuo consulente di fiducia.